I racconti di Alessandro. Buon anno

2018

Il nostro 2018 è iniziato alla grande con il tutto esaurito. Prima ancora degli auguri vorrei dire grazie a tutti i clienti di ieri e di oggi che hanno reso speciale il Capodanno firmato Camponeschi.

È stato come vivere una grande festa che ha coinvolto tutte le sale del ristorante ed anche il wine bar, per l’occasione riservato solo ai clienti interni. Tante persone hanno contribuito a creare un’atmosfera conviviale, come un ritrovo di vecchi amici. Perché eleganza non fa rima con distanza.

Nonostante il trascorrere degli anni mi emoziona ancora pensare che, insieme al mio team, contribuisco a rendere speciali le vostre serate. Oltre all’emozione è per me motivo di grande soddisfazione.

Jacques Brel ha scritto:

“Vi auguro sogni a non finire, voglia furiosa di realizzarne qualcuno.

Vi auguro di amare ciò che si deve amare e di dimenticare ciò che si deve dimenticare.

Vi auguro passioni. Vi auguro silenzi.

Vi auguro il canto degli uccelli al risveglio e risate di bambini.

Vi auguro di resistere all’affondamento, all’indifferenza, alle virtù negative della nostra epoca.

Vi auguro soprattutto di essere voi stessi”… come me ogni giorno al Camponeschi.

Buon anno!

 

Love affair: I racconti di Alessandro. Buon anno

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.